#sipuòfare!

Come ogni buona fiaba che si rispetti, anche questa storia comincia con un “C’era una volta…”. 

C’era una volta un papà che decise di lanciare una petizione rivolta al Sindaco del Comune di Pavia. In questa petizione chiedeva uno spazio al coperto per poter far giocare i bambini anche quando fuori fa freddo e piove o fa troppo caldo e ci sono le zanzare. In pochi giorni circa un migliaio di genitori si unirono alla richiesta. 

Prontamente l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Pavia, Alessandro Cantoni, invitò questo gruppo di genitori a partecipare ad un incontro alla presenza degli assessori Koch (Urbanistica), Bobbio Pallavicini (Vicesindaco, Lavori pubblici) e Longo (Pari opportunità).

A conclusione dell’incontro si decise che i genitori avrebbero ragionato sulla progettualità e sui contenuti, mentre l’Amministrazione Comunale avrebbe individuato, sulla base delle richieste, uno spazio in cui avviare il percorso di costruzione dello Spazio Gioco.

I genitori invitarono quindi i gruppi informali, le associazioni e i privati operanti a vario titolo con i bambini a presentare una manifestazione di interesse per l’utilizzo dello Spazio

La risposta si è concretizzata nella disponibilità, da parte dei soggetti interpellati, ad offrire più di 150 attività differenti. 

I genitori promotori hanno poi formulato un questionario per le famiglie (sei sempre in tempo a compilarlo!), tramite il quale poter censire i “sogni e i bisogni” dei cittadini.  I circa 600 questionari raccolti in pochi giorni hanno costituito il campione da cui il gruppo genitori ha attinto per elaborare la domanda di servizi.

Il gruppo di lavoro nel frattempo è cresciuto notevolmente ed è stato così possibile sviluppare una serie di altre attività:

Grazie a questo lavoro, il gruppo dei genitori ha elaborato un ambizioso progetto che trovate dettagliato nelle varie sezioni di questo sito. Cosa manca? Ah, certo… come ogni buona fiaba che si rispetti, anche questa si merita un lieto fine!