I bambini immaginano il loro spazio gioco

E i bambini, come immaginano il loro spazio gioco? Nessuno più di loro ha voce in capitolo sull’argomento. Come è fatto uno spazio gioco dei sogni? Con razzi stellati o bambole, altalene e palline, anche droni e piscine, alberi e semplicemente amici. E poi: “tutto gratis tranne il bar”. Come sempre, i pensieri e i desideri dei bambini diventano bellezza, spunti, meraviglie. Perché, come si sa, “Un bambino ha piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma non per questo ha idee piccole. Le idee dei bambini a volte sono grandissime, divertono i grandi, fanno loro spalancare la bocca e dire “Ah!””.

Punto uno: caramelle gratis. E tante, tante palline colorate. Ma anche scivoli, casette, palloncini e perfino pesci e conigli: lo spazio giochi come una terra dei balocchi dove reale e fantasia coesistono. Dunque, senza dubbio, uno spazio bambino.

Non solo fantasia: i bambini brillano anche per mirabolanti capacità architettoniche. Capaci di ogni tipo di sintesi e struttura, alcuni di loro ci suggeriscono spazi multiattività con minuzia e attenzione a ogni dettaglio. Ricordandoci anche, a fianco a virtuosistici scivoli multipli e sale cinema, l’importanza di scaffali per le scarpe e luci.

Con buona pace di noi adulti troppe volte concentrati solo sul risultato, lo sport è un gioco. Ecco tanti disegni dei bambini che identificano lo spazio gioco con uno spazio destinato al calcio, al basket, al ping pong, e perfino apparire piscine a più corsie. Una volta di più, keep on movin‘.

I bambini sono il futuro, e lo sanno anche loro. Perciò non si risparmiano dal disegnare spazi gioco a forma di razzo, o popolati da robot vampiri. O con scivoli d’acqua velocissimi e giri vertiginosi, postazioni dedicate ai videogame e, questo farà piacere alle mamme e ai papà, idromassaggi.

Verde e alberi sono tra i protagonisti degli spazi gioco immaginati dai nostri bambini. Che ancora una volta rivelano la loro infinita saggezza: nei parchetti più o meno curati delle città, nei boschi e perfino per le strade in una semplice passeggiata, quante volte il loro stupore per il colore di una foglia o la forma di una nuvola o un insetto mai visto prima ci ha aperto un prezioso e inaspettato spiraglio di Bellezza?

E se a definire uno spazio, il nostro spazio, fossero le persone più che gli oggetti? In questi disegni noi abbiamo notato come motivo comune la presenza, lo stare insieme. E uno spazio che permetta la libertà, semplice e infinita, dello stare insieme è un’altra suggestione di cui vogliamo fare tesoro.

Anche i più piccoli hanno dato il loro contributo! Per lo più coloratissimo e… molto intricato. Ma il messaggio è chiaro, e lo cogliamo pienamente: ci siamo anche noi!

Un enorme grazie a…

Un enorme grazie a tutti i piccoli artisti, architetti, ingegneri, sognatori che ci hanno regalato i loro capolavori. Siamo immensamente in debito con voi e presto restituiremo alla città tutta la bellezza che ci avete donato.

Un enorme grazie anche a chi ha reso possibile tutto questo.

Scuola Primaria e Scuola d’Infanzia “San Giorgio” – Pavia
Scuola d’Infanzia “Qui Quo Qua” – Pavia
Scuola d’Infanzia “Sante Zennaro” – Pavia
Scuola d’Infanzia “Il Bruco” – Pavia
Asilo Nido “Le coccole” – Guinzano
Asilo Nido “il nido della cicogna” – Sant’Alessio
Micronido “Tipi allegri” – Borgarello